lunedì 22 agosto 2011

Il primo al mondo.


Ora che la fine di Gheddafi sembra vicina, il nostro Ministro degli Esteri sta rilasciando dichiarazioni ed interviste di questo tipo. Il primo a telefonare, l'intervento militare che ci ha dato ragione, l'Italia-apripista, è tutto merito nostro, siamo i più fichi di tutti, eccetera eccetera. Io la ricordavo un pochino diversa.

Non solo per il "trattato di amicizia" con il regime libico di Muammar Gheddafi - fortemente voluto dal Governo Berlusconi - e che impegna l'Italia ad
... astenersi da ogni ingerenza negli affari interni, nello spirito del buon vicinato ... a non usare né permettere l’uso dei propri territori in qualsiasi atto ostile contro la Libia ... a fornire un forte e ampio partenariato industriale nella difesa e nell'industria militare ...
ma soprattutto per alcune dichiarazioni del Ministro Frattini. Proprio lui, il primo Ministro degli Esteri al mondo che, l'apripista ...

Settembre 2010:
I rapporti che l'Italia ha con Gheddafi non li ha nessun altro Paese ... puntando il dito contro la Libia non si ottiene nulla. Noi non lo abbiamo mai fatto, e anche per questo possiamo raggiungere risultati. Gheddafi ci apre le porte di tutta l'Africa.
Gennaio 2011:
Credo si debbano sostenere con forza i governi di quei Paesi, dal Marocco all'Egitto, nei quali ci sono regimi laici tenendo alla larga il fondamentalismo ... Faccio l'esempio di Gheddafi, un modello per il mondo arabo ... Ha realizzato una riforma dei "Congressi provinciali del popolo": distretto per distretto si riuniscono assemblee di tribù e potentati locali, discutono e avanzano richieste al governo e al leader ... Ogni settimana Gheddafi va lì e ascolta. Per me sono segnali positivi.
Febbraio 2011:
Non dobbiamo dare l'impressione sbagliata di volere interferire, di volere esportare la nostra democrazia ... Vi immaginate un emirato islamico ai confini con l'Europa? Questa sarebbe veramente una seria minaccia ... Se tollerassimo che l'economia crollasse in questi paesi saremmo noi i primi a pagarne le conseguenze ...