mercoledì 3 agosto 2011

Mia moglie me lo dice sempre.

E' il recordman assoluto dell'assenteismo parlamentare. 93% di voti saltati. Sul serio. Eletto nel 2008 col Pd, oggi fa parte del Gruppo Misto. Si chiama Antonio Gaglione, è un medico barese e mettersi in contatto con lui è molto difficile. Ci sono riusciti quelli di "Oggi", con una lunga intervista che potete trovare qui. Ecco le chicche.

«Non accetto di rappresentare l'emblema del malcostume della casta italiana. Vorrei che la gente, giornalisti in testa, prima di parlare si sforzassero di capire chi sono e cosa ho fatto».

Il dato sulle assenze è comunque imbarazzante. Lo Stato la paga per niente. Perché non si dimette?

«La mia posizione non è limpida, lo ammetto. E quando ricevo quei soldi non mi sento apposto. Ma la vita è fatta di bilanci, e io che per 7 anni ho dedicato alla politica tempo, energia e soldi mi dico che globalmente il bilancio è positivo. E non mi dimetto».

Ci mostra la busta paga?

«Non le conservo. Comunque sono 3 buste, stipendio di 5 mila euro, poi con contributi e indennità si arriva a 11 mila».

Si ricandiderebbe?

«No, con questa politica ho chiuso, questa è l'ultima volta».

Scusi se insisto, ma dimettersi subito?

«Mia moglie me lo dice sempre».

...