martedì 11 ottobre 2011

"Ha tempo solo per Putin ed Escort".

-

Henri Gibier, direttore di Les Echos, il più importante quotidiano economico francese.
Franco Frattini si lamenta dell'asse Merkel-Sarkozy? ... L'Italia soffre di un deficit di leadership. E' una fragilità che ormai preoccupa tutti i partner europei ... data la confusione istituzionale che c'è in questo momento in Italia, spetta a Germania e Francia fare di tutto per evitare lo scenario peggiore ... La fragilità esagerata della vostra attuale leadership è sotto gli occhi di tutti. Soffrite di una mancanza di affidabilità politica ... l'Italia da sola non è più in grado di rassicurare i mercati.
Clemens Wergin, editorialista numero uno per la politica estera di Die Welt, autorevole quotidiano conservatore tedesco:
Molti si chiedono perché le critiche di Frattini vengano proprio dal paese che è uno dei problemi più gravi per l'euro, il paese che da anni non ha saputo ridurre la spesa pubblica né varare riforme strutturali di cui l'Italia stessa ha assolutamente bisogno per dare fiducia ai mercati ... il problema dell'Italia è che con l’attuale premier, chi la prende ancora sul serio? Non è questione di destra e sinistra: appare una persona che ha troppo più tempo per i suoi problemi personali o per le escort o per il party di Putin che non per la salvezza dell'euro e per i gravi problemi italiani».
Sempre per quella storia dell'autorevolezza.

_______________

[Interviste: via Repubblica - Foto sopra: via Egotastic]

28 commenti :

Candidus ha detto...

AMEN !

Xanthe ha detto...

"Non è questione di destra e sinistra: appare una persona che ha troppo più tempo per i suoi problemi personali o per le escort o per il party di Putin che non per la salvezza dell'euro e per i gravi problemi italiani".

Da citare ripetutamente, ogni volta che un Berlusconiano prova anche solo ad aprire bocca ed emettere un suono.

Anonimo ha detto...

Mi da errore sul link "autorevolezza".
Probabilmente ci sono così tanti post dedicati che il server si rifiuta di mostrarli per pudore nazionale (dev'essere un server italiano).

Ernest ha detto...

scriverà un libro... Io escort con Putin.

Anonimo ha detto...

Guarda un po' cosa mi tocca fare: difendere B.

Il fatto è che all'Europa dei party con le escort non importa niente se non per avere un nuovo pretesto per satireggiare contro l'Italia.

Quello che interessa davvero (e per cui si lamentano) è la mancanza delle "riforme". Solo che queste magnifiche "riforme" europeiste vanno quasi tutte contro il popolo italiano, e a favore delle economie mitteleuropee, figuriamoci se a Berlino fanno i filantropi.

All'inizio B. era guardato con favore anche in EU, dove comunque tutti conoscevano ne conoscevano vizi e virtù (?), ma sono proprio le mancate riforme ad aver provocato lo scandalo, altro che i festini.

Ma per adesso "farsi amare" dall'EU vorrebbe dire solo fare macelleria sociale ultra conservatrice, e paradossalmente, l'immobilità di B. è una delle poche difese che abbiamo.

Paolo

Silvietta ha detto...

Sottoscrivo Xanthe e aggiungo che quelle parole andrebbero stampate su dei volantini da distribuire ai convegni del PDL

Xanthe ha detto...

@ Paolo, devi essere un pochino più specifico, per favore, perché mi pare che tu stia dipingendo il quadro della situazione con pennellate troppo ampie. L’argomento mi interessa: non sono pro-UE per assolutamente tutto, sia chiaro, ma a me il discorso che tutte le riforme vadano contro l’interesse italiano attualmente non convince. A meno che tu sarai così gentile da entrare di più nel dettaglio e spiegarti meglio... grazie.

@ Silvietta: Non c’è peggior sordo... nemmeno c’è bisogno che io finisca la frase, vero?

Xanthe ha detto...

Scusate il commento frivolo, ma ogni volta che vedo la Began mi viene in mente Blade Runner. Questa dev’essere una replicante, dai...

Da_Web_Surprise ha detto...

Caro Paolo, l'immobilismo, che perdura da piu di vent'anni, è la peggior cosa che sia capitata all'Italia. Laddove altri paesi innovano e provano, sbagliando anche, noi niente... basta guardare il nostro stato di arettratezza, anche in confronto agli emergenti paesi dell'est..

Anonimo ha detto...

@Paolo: ottima analisi, impossibile non condividerla. Tra l'altro persino Romano Prodi ha dato ragione a Frattini, mostrando per una volta un briciolo di acume.

Anonimo ha detto...

Questo premier, come lui stesso ha detto, pensa all'Italia a tempo perso. Possibile che nessuna istituzione nazionale, europea od altro possa liberarci da questo fardello, incapace e ciarlatano. Vorrei che dopo quasi vent'anni si possano fare delle elezioni serie, votare persone serie e non padroni di partiti vari.

Anonimo ha detto...

@ Xanthe

Ho letto ora il tuo commento, ti rispondo meglio stasera, adesso sono di fretta, ciao.

Paolo

Xanthe ha detto...

Hmm, Wil, credo tu possa considerare il tuo blog ufficialmente fra i più minacciosi d’Italia (dal punto di vista dei Berlusconiani): sono arrivati gli "shills"!* I Berluscones, pare, provano una nuova tattica, un approccio meno "frontale" di prima: si fingono neutrali, dando persino parzialmente ragione ai post di questo blog. Più subdolamente di prima e senza dare del comunista a nessuno, difendono "Silvio" come e più di prima. Sempre, ovviamente, con argomenti vaghi e privi di dettagli o fonti (Es: "Veramente Silvio ha sempre usato aerei affittati, anche se allo stato"). Poi, dopo che il primo "shill" ha lasciato il suo commento "neutrale" e "obiettivo", di persona non particolarmente affezionata a "Silvio", ne arriva un altro (probabilmente il medesimo di prima, che si finge un’altra persona, o un altro ancora; non importa), dando ovviamente ragione al primo "shill" per rinforzarne la tesi. Il fatto che il tutto avvenga con toni pacati dovrebbe presumibilmente neutralizzare le altrui accuse di propaganda.

* Per "shilling" si intende commentare post e articoli a pagamento, o per conto di qualcun’altro, per promuovere un prodotto - ad esempio, sui forum di cinema gli shills si fingono normali membri del pubblico che, cantando le lodi del film, lo promuovono per conto di terzi - oppure, appunto, per fare propaganda di qualsiasi tipo.

Xanthe ha detto...

"Tra l'altro persino Romano Prodi ha dato ragione a Frattini"...

Fonti, link, dettagli, please. Possibilmente non uno spezzone di discorso decontestualizzato. Grazie.

TDCI ha detto...

Secondo voi, perché B.è stato ben 3 giorni da Putin? E soprattutto, cosa pensate abbia fatto?

D'altronde qui gli hanno tolto il suo giro di carne fresca, ed allora il suo amico sovietico 69enne lo asseconda.

Che schifo. Cialtroni "morti di f.ga"

Silvietta ha detto...

@Xanthe= non c'è bisogno di finire la frase ;), tra l'altro quando ehm si fanno notare certe cose ai berluscones loro tirano fuori le solite menate "E ma pure Fassino, D'Alema, Penati, ecc"... la conosciamo la solfa.
Molto interessante la tua analisi degli shills, credo di averci avuto a che fare circa due settimane fa nel mio blog -_-''' oppure era un "semplice" troll.
Detto questo ho cercato le fonti in cui Prodi darebbe ragione a Frattini.
Allora per ora ho trovato solo su Libero, in Questo "sobrio" articolo

Anonimo ha detto...

@Xanthe

Non ti riferivi (anche) a me quando parlavi di shilling, spero...

Il mio discorso era che la storia della perdita di autorevolezza sulla quale insiste il padrone di casa del blog è solo in piccola parte collegata ai vizi "privati" (al netto degli eventuali reati) di B.

Fino a che le cose andavano bene il tipo poteva persino rappresentare la "simpatia" (per quanto di dubbio gusto) degli italiani. Per fortuna noi italiani abbiamo (avuto?) all'estero un credito di simpatia tale che anche B. in fondo non poteva fare chissà quale danno.

Solo che B. ha voluto strafare, fregandosene totalmente della cosa pubblica, fino al punto da dimenticare le famose "riforme" liberali tanto promesse.

E mentre noi ci arenavamo, come un po' da sempre, nel nostro provincialismo e nelle beghe personali di B. (sulla quale una stampa seria avrebbe dedicato un trafiletto a pag. 30, visto che c'erano problemi MOLTO più gravi, anche correlati al medesimo), all'estero si sono spazientiti.

L'Italia è politicamente debole, e non solo da quando c'è B., e i nostri potenti vicini sperano da sempre di avere l'accesso alle nostre risorse economiche.

Per questo chiedono anche loro l'attuazione di un "vero" liberismo (che però alla faccia di Smith dà un potere maggiore a chi è già forte), che B. inizialmente sembrava promettere; ma se alla paralisi di B. aggiungiamo che la destra (in particolare quella italiana) è protezionista, e il debito italiano alle stelle, ed ecco, secondo me, perché in Europa ce l'hanno con noi da qualche tempo.

I festini di B. e il resto sono un facilissimo pretesto, ma non è questo il punto. In Europa non aspettano altro che fare cadere B., e certo non per amore dell' "onore" italiano, ma per sostituire B. con qualcun altro più morbido alle richieste EU
(o di UK e USA, che è quasi lo stesso).

Ma stavolta, la totale e colpevole incapacità di questa classe politica, sta funzionando da "paraurti" contro le pretese europee (drastica riduzione della spesa pubblica, privatizzazioni a tutto spiano e sicuramente a beneficio di gruppi stranieri, non proprio un programma "di sinistra"), e quindi ritengo che per una volta preferisco un B. incapace scelto dalla nostra democrazia malata a un Pinco Pallino scelto da una oligarchia straniera che se ne frega degli italiani.

@Wil

Scusa la prolissità, se vuoi taglia pure.


Paolo

Anonimo ha detto...

@Paolo, discreta analisi, era meglio la prima.

dinog ha detto...

@paolo
e se lo dice l'anonimo delle 22:39 allora c'è da crederci

Simone ha detto...

@Paolo
Sinceramente non concordo con la tua analisi.
Parli di Europa che ci chiede una macelleria sociale e culturale e che l'immobilismo ventennale di B. è ciò che paradossalmente ci salva.

Scusa, ma hai visto lo stato in cui versa la scuola pubblica? O la sanità?
O i servizi ai cittadini erogati dai comuni ormai la lumicino?

Non è già macelleria?
Come padre di famiglia sarei disposto a sopportare 4-5 anni di cinghia tirata ancor di più se questo si tramuta, in un futuro, in un benessere ed uno stato sociale degno di questo nome.

A che pro continuare a trascinarci? Per finire come la Grecia tra qualche tempo, procrastinando l'inevitabile?

Simone

Anonimo ha detto...

ma con tutte ste donne possibile che non abbia mai incontrata una con qualche malattia venerea?

condiloma

Anonimo ha detto...

@Condiloma: Proporrei una perizia pubblica sui genitali del premier, un uomo pubblico deve essere nudo di fronte ai suoi elettori, diamine! magari in prima serata su La7, commentata da Mentana, Prodi e Rosi Bindi. Altrimenti ci potremmo inventare qualche altra intercettazione in cui si dice che ha la sifilide. E indagarlo per diffusione di malattie veneree a ragazzine (a vederle sembrano tanto malaticce, guarda la Began che brutta, brrr). Dello schiaffone di ieri del WSJ a Prodi meglio tacere..

Anonimo ha detto...

all'anonimo di sopra, era solo una labile speranza che s'ammalasse, tutto qui,.... anzi secondo me già lo è stato visti i sintomi da...

Comunque sono stanco d'essere offeso schernito umiliato dal comportamento di quell'uomo che non giudico immorale, ma non consono alla responsabilità istituzionale che ricopre con arroganza disonorando popolo e nazione cioè tutto e tutti anche te caro anonimo.

condiloma

Anonimo ha detto...

@Simone
Ho visto lo scempio, eccome, sono un insegnante precario...

So che la macelleria sociale è già in atto da un bel po', ma almeno è andata a ritmi "italiani"; a me adesso sembra però che l'Europa (nella quale avevo creduto), anche sfruttando la perdita di credibilità della nostra classe politica, non chieda altro che ulteriori e più grandi sacrifici, e s "solo" per garantire la stabilità e supremazia di Francia e Germania.

Quindi l'attuale immobilità di B., che in altre circostanze è stata solo un male, adesso almeno è un freno ai diktat europei, di natura ben poco orientata al nostro benessere di cittadini (meno che mai alla nostra "reputazione"). E fai attenzione che, bruciato lui, il prossimo che verrà (dx o sx, non importa) per prima cosa si affretterà a tacitare Bruxelles.

Non mi sembra una buona prospettiva.

Paolo

Xanthe ha detto...

@ Paolo, Sì, io credo tu sia uno shill, poi è ovvio che potrei sbagliare. Ma mi assumo sempre la responsabilità di ciò che dico, tanto è vero che puoi persino guardarmi negli occhi mentre lo dico (basta cliccare sul mio username e si può vedere la mia foto).

La tua ultima risposta, te lo dico con assoluta franchezza, mi convince ancora di più che tu sia un Berlusconiano che si finge neutro o moderato. Le "simpatiche" escapades di Berlusconi non sono affatto affari privati, e tu questo, ne sono convinta, in fondo lo sai benissimo. Se Berlusconi avesse voluto continuare ad avere degli affari privati, gli sarebbe convenuto restare imprenditore; allora ce ne fottevamo, giustamente, di suoi attività che negli anni sono rimaste a quanto pare immutate, e che allora, quando lui non ricopriva alcun incarico pubblico, erano assolutamente, e soltanto suoi affari privati. Ma simili discorsi sono stati fatti fino alla nausea, quindi non prendiamoci in giro, se possibile... Il tuo discorso sul "trafiletto a pagina 30" è davvero degno del miglior Berlusconiano in vesti di "osservatore neutro" - ripeto, mi assumo la responsabilità di ogni sillaba che scrivo.

Tra l’altro (e per quel che mi riguarda questo è l’aspetto più importante della faccenda), non hai risposto alla mia domanda. Io volevo sapere quali fossero, nello specifico, le riforme UE più convenienti per la Mitteleuropa e non per l’Italia, quelle che restando immobili, ci hanno salvati. Per quel che mi riguarda il mio quesito rimane... perché nella tua lunga risposta (di cui ti ringrazio), hai parlato di molto, ma non di questo.

Anonimo ha detto...

@Xanthe

Mi dispiace essere preso per uno shill (parola che, tra l'altro, ho scoperto grazie a te), ma non ho prove se non il filo delle mie parole. Comunque non è questo il punto, passiamo al resto.

Le richieste "incriminate" della UE sono quelle stesse che citavi tu, cioè drastica riduzione della spesa pubblica, privatizzazioni dei settori industriali più importanti, e quindi anche strategici, ecc., insomma, recessione e alienazione di beni pubblici, stile Grecia.

Ora, ognuno la vede come vuole, ma a me sembrano proprio l'opposto di quello che serve a noi adesso.

B. ci ha martellato per quindici anni con le sue "riforme liberali", ma uno dei motivi della sua mancata realizzazione è che quelle riforme nella realtà inciderebbero negativamente sul tessuto sociale italiano.
B. quindi - a mio vedere - nonostante il "liberismo" pro domo sua - si è guardato bene dal riformare alcunché, per timore di perdere consenso.

E ora che (alcune di) queste riforme le chiede l'UE, lui resta immobile.

Un ultimo atto ironico per uno che ha sempre avuto il mito del "ghe pensi mi", no?

Paolo

Sbucciami taylor ha detto...

Awesome to see your site. Keep up the great work. Thanks for all you could do.Lets stay in touch.

accompagnatrici

Angie Scrittrice di racconti erotici ha detto...

Si veramente bello escort Pescara