sabato 19 novembre 2011

Diversamente sobri.


Dal nuovo numero dell'Economist, "Full Monti", grazie ad Elisa G. per la segnalazione, sempre per quella storia dell'autorevolezza.
In Italia difficilmente le cose accadono brutalmente. Gli italiani preferiscono i compromessi, le mezze misure, i cambiamenti graduali. Ma in soli quattro giorni, a metà novembre, il pendolo della vita pubblica italiana ha oscillato vertiginosamente da un estremo all'altro.

Il Cavaliere, un primo ministro noto per la sua buffoneria, una vita privata scandalosa e metodi di business tutti da verificare, ha lasciato il posto a Mario Monti, personaggio sobrio, monogamo, accademico ed ex commissario europeo.
Il governo tragicomico del magnate della TV Silvio Berlusconi includeva invece una ex ragazza-calendario, un ministro che ha portato a passeggio un maiale sopra un terreno destinato ad una moschea e un altro che potrebbe avere dei legami con Cosa Nostra.

(...)