giovedì 17 novembre 2011

L'onorevole Pdl: "Nessuno tocchi il Duce!".


Leggiamo dall'Espresso in edicola domani:
E' il 27 ottobre 2011. Mentre gli italiani piangono i morti del nubifragio in Liguria, i mercati attaccano il debito pubblico e Berlusconi s'avvia verso il tracollo, Michaela Biancofiore, deputato bolzanino del Pdl e consigliere di Frattini, decide di prendere carta e penna per scrivere a Tremonti. La Biancofiore non è angosciata per la crisi economica, né chiede al ministro urgenti misure per fermare il rialzo dello spread. La pasionaria del Cavaliere vuole che nessuno osi spostare un bassorilievo che ritrae Benito Mussolini a cavallo. Un'opera che fa bella mostra di sé in una delle piazze principali di Bolzano.
La deputata Pdl - in questi giorni particolarmente vicina all'ex Premier Berlusconi - scrive con carta intestata del ministero degli Esteri. Ecco la lettera (peraltro ricca di errori di ortografia):
Caro ministro, ti invio bozza di lettera che dovresti inviare al presidente della provincia autonoma di Bolzano, Luis Durnwalder in merito al bassorilievo del palazzo degli uffici finanziari di Bolzano, che raffigura Mussolini a cavallo ed è di notevole importanza storico-artistica ... Erroneamente da parte del nostro governo, senza sentire n'è ("né" si scrive senza l'apostrofo, ndr.) i dirigenti del Pdl n'è (è recidiva, ndr.) verificare la sensibilità dei nostri elettori, ricorderai che da un ministro che peraltro non aveva la competenza in materia, fu dato il via libera alla rimozione arbitraria del bassorilievo, scatenando la collera e la disperazione della comunità italiana dell'Alto Adige.