domenica 20 novembre 2011

Miracolo italiano.

[Update 2013: questo post è stato scritto poco più di un anno fa, durante il passaggio di consegne tra il governo di B. e quello tecnico. Siccome oggi, in campagna elettorale, B. dice che con lui andava tutto bene, "c'era benessere e pace sociale", e che Monti è la causa di tutti i mali, questa superficiale raccolta di indicatori potrebbe tornare utile]

10 anni di governo Berlusconi, dovevano essere gli anni della "Rivoluzione liberale", del "Meno tasse per tutti" e del "Nuovo miracolo italiano". Sono stati 10 anni di fallimenti, sotto ogni punto di vista. Sfiga, ignoranza, incapacità, o tutte e tre le cose messe assieme, sta di fatto che il baratro si spalancava sempre con il Cavaliere al potere. E questi grafici lo dimostrano.

- Disoccupazione e disoccupazione giovanile:


- Famiglie in difficoltà:


- Economia, fiducia dei consumatori:


- Grandi opere, infrastrutture:


- Investimenti in cultura, numero di ricercatori:


- Debito Pubblico:


- Spread:


- Deficit:


- Piazza Affari, negli ultimi 17 anni:


- Sofferenze bancarie:


- Beh, almeno cresceremo ... sì.


- Costi della politica, inversamente proporzionali agli stipendi dei cittadini:


- Efficenza Pubblica Amministrazione:


- Record storico di imposizione fiscale, più tasse per tutti:



[Clicca sulle immagini per ingrandire - Fonti grafici: La Repubblica, La Stampa, Il Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore, Libero, Il Giornale, L'Unità, Linkiesta, Quasiterzo, "Licenziare i padreterni" di Rizzo e Stella]