sabato 5 novembre 2011

Nel nome di Dio, vattene!


Leggere una cosa del genere, s'un quotidiano del genere, beh, no, non l'avrei mai immaginato. Lo sparano in prima pagina. Lo gridano in apertura di home page. Il Financial Times non sa più come dirglielo, sempre per quella storia dell'autorevolezza.
«Che il Fmi monitori i progressi di Roma può solo essere positivo, tuttavia la permanenza del suo attuale premier potrebbe rovinare tutto ... Silvio, nel nome di Dio, dell'Europa e dell'Italia ... vattene!».