giovedì 23 febbraio 2012

Il buio in fondo al #tunnel ...


Gelmini, tunnel e neutrini. Tutte le tappe della vicenda, fino al culmine di oggi ...

23 settembre 2011.

Il Ministro dell'Istruzione
Mariastella Gelmini:
Rivolgo il mio plauso e le mie più sentite congratulazioni agli autori di un esperimento storico [...] Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo. Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l'esperimento, l'Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro [...]
24 settembre 2011.

Il giorno dopo, comunicato del Ministero dell'Istruzione:
L'ufficio stampa del Ministero precisa che, ovviamente, il tunnel di cui si parla nel comunicato di ieri, non è per nessuna ragione intendibile come un tunnel che collega materialmente Ginevra con il Gran Sasso. Questo è di facile intuizione per tutti e la polemica è assolutamente strumentale [...]
4 ottobre 2011.

Il primo comunicato, quello del "tunnel", scompare dal sito del Ministero dell'Istruzione. E meno male che era una polemica "assolutamente strumentale" ...


9 ottobre 2011.


Il Ministro Gelmini continua a scavare con un'intervista a La Repubblica:
[...] So che non esiste un tunnel da Ginevra al Gran Sasso, ho visitato il Cern e non ho visto tunnel. Bastava mettere quella parola tra virgolette e aggiungere tecnologico, il "tunnel tecnologico" dentro il quale sono viaggiati i neutrini.
23 febbraio 2012.

Sembra non ci sia stato nessun superamento della velocità della luce - probabilmente un errore nella rilevazione - e l'ex Ministro Gelmini dice la sua su twitter. Dopo mesi di comunicati, cancellazioni, dichiarazioni e pezze peggiori del buco pensavamo non ci fosse più nessun fondo da scavare, nessun tunnel da esplorare. E invece.