venerdì 23 marzo 2012

La terza mano.

Ecco a voi il manifesto con cui l'Onorevole Biancofiore ha tappezzato tutta Bolzano, per promuovere la propria corrente in vista del congresso Pdl in Alto Adige. Regina della gaffe - è lei che ha inventato "l'amantide religiosa" - fedelissima berlusconiana, deputata a Roma ed assenteista cronica al Comune di Bolzano, eccola nell'immagine che sta facendo il giro della rete. In molti oggi hanno sostenuto che tale manifesto fosse il frutto di uno scriteriato utilizzo di photoshop - l'ho fatto pure io! - con la Biancofiore che inseriva nel terzetto "local" il plastico di Papi Silvio, dimenticandosi però di togliere dalla foto due "mani sinistre" uguali, le sue, poggiate sulle spalle dell'ex Premier e del candidato Vezzali. Tra accostamenti con piovre e divinità - la Dea Kalì la più gettonata - ci sono cascati L'Espresso, L'Alto Adige, Dagospia, il sito in lingua tedesca Stol.it e molti altri, tant'è che se ne è occupata pure l'Ansa. Persino all'interno dello stesso Pdl hanno cavalcato il caso, pensando fosse una buona occasione per attaccare Biancofiore e relativa corrente. Ma l'immagine è autentica, dopo 20 anni di B. dovevamo capirlo subito: tutto sembra così finto, che in realtà è vero. Ecco qui.


[Clicca per ingrandire - Fonte]