martedì 29 maggio 2012

"Ci vogliono le teste di cuoio!" ...

Il capitano della Nazionale, "un campione di sincerità", "uno che non conosce l'ipocrisia", eccetera eccetera. Ma magari è solo un caso di omonimia eh ...

Gianluigi Buffonm maggio 2012, scandalo calcioscommesse, a difesa del proprio allenatore Antonio Conte, chiamato in causa per un "pareggio concordato" tra Siena e Novara.
"Se a due squadre va bene un risultato sono affari loro. A volte, pensandoci bene, cosa devi fare? In alcuni casi si dice: meglio due feriti che un morto. Penso che ogni tanto sia anche giustificabile fare qualche conto".
Gianluigi Buffon, giugno 2004, sul 2-2 tra Daminarca e Svezia che eliminò l'Italia dagli Europei di calcio:
"Ma se quelli fanno 2-2 veramente, altro che ufficio inchieste: direttamente le teste di cuoio in campo, ci vogliono!". (E dopo la partita) "E' una vergogna, parlano tanto di lealtà, di fair play e cazzate varie, poi finisci per assistere a cose così. Non ci credevo a quel 2-2. Eppure si è verificato. Incredibile. La verità è che il calcio è sempre sotto gli occhi del mondo, dei bambini, ai quali dobbiamo dimostrare che lealtà e l'onestà esistono. C'è anche gente che sta male, alla quale viene sempre detto che il calcio è pulito. E allora facciamo così: diciamo ai bambini che si mettano a fare i "biscotti" a 12 anni, così risolviamo tutto. Questo è il peggior esempio che si possa dare, ai ragazzini, il peggiore. Siamo davanti a uno scandalo di proporzioni mondiali".
Update:

Gianluigi Buffon, giugno 2012, campionati europei di calcio, l'Italia pareggia le prime due partite e rischia il "biscotto" tra Spagna e Croazia. A poche settimane dal famoso "meglio due feriti che un morto" ...
Gli spagnoli sono campioni del mondo, e non vorranno macchiare le loro carriere. Io non ci credo, non ce li vedo ... La Spagna ha un pedigree e un passato che non gli consente di far ridere il mondo con un risultato che sarebbe scandaloso.