domenica 27 maggio 2012

La rabbia di Emilio Fede: nessuno osi ostacolare il suo ingresso in Parlamento!

A Pavia c'è appena stato l'incontro del movimento #FormattiamoilPdl, tante le critiche mosse ai vertici del partito. Ad un certo punto una ragazza sbotta - è @FedericaDB - e chiede ad Alfano: "Ho letto che Emilio Fede vorrebbe concludere la sua vecchiaia da parlamentare: mi promettete che non lo metterete in lista?". Il segretario farfuglia qualcosa, della serie "vigileremo", ed il virgolettato finisce su Repubblica di oggi, titolo di pagina 14: ""Dimettetevi, il partito ha fallito". Alfano contestato dai giovani Pdl. Da Pavia a Roma: rovinati da Minetti ed Emilio Fede".

L'articolo viene letto dall'ex direttore del Tg4, che non ci vede più, e si sfoga con una raffica di messaggi su twitter. Una dozzina in pochi minuti. è un fiume in piena, e ne ha per tutti: attacca i giovani, rivendica la battaglia contro "la gioiosa macchina da guerra di Ochetto", ipotizza "Forza Emilio", poi si scaglia contro quotidiano e ragazza, "che pena tutti e due". Una rabbia che sfocia con un appello ai propri followers. "Rischio ma chiedo a voi di rispondere alla ragazza del Pdl che dice "No ad Emilio in parlamento" ... ha ragione?". Ma certo che no.

...