venerdì 22 giugno 2012

Non dirlo a me.

"Devo tagliare, non me lo posso più permettere, prima avevo 11 palazzi, ora solo uno, se prima le mie azioni valevano 11, ora valgono uno". Eh già, la vita è dura per tutti. L'agenzia Agi ritrae un Silvio Berlusconi particolarmente preoccupato, con l'acqua alla gola, "spese personali" per soli 100 milioni di euro l'anno - "troppe, devo tagliare!" - così suddivise:
  • 25 milioni di euro l'anno per mantenere le ville (ora quella di Antigua è in vendita - così come lo yacht di famiglia - ma ne ha acquistata un'altra in Sardegna: "era un'occasione");
  • 12 milioni l'anno per la ex moglie, assegno da 1 milione al mese, che vorrebbe ridurre;
  • 41 milioni l'anno circa da suddividersi tra spese per i quotidiani di famiglia, a partire da Il Giornale, spese per il Milan, prestiti concessi ad amici e conoscenti;
  • 20 milioni di euro l'anno per il Pdl.
  • Più di un milione l'anno per il mantenimento delle ragazze che hanno avuto "la vita rovinata dai Pm": assegno da 2.500 euro al mese. Le olgettine sono circa una quarantina.
...