martedì 10 luglio 2012

"Essendo lui un genio".


Lega Nord, ecco alcune delle intercettazioni recentemente depositate "nell'ambito di un procedimento penale", e pubblicate sul "Sole 24 Ore"di oggi. A telefono, la moglie di Umberto Bossi e l'ex tesoriere Belsito.
Manuela Bossi: No (...) Ha lasciato troppo andare.
Belsito: Ma troppo! Fanno tutti i loro comodi. Non c'è un settore che funziona. Le associazioni padane non funzionano ... non funziona niente. Niente, niente (...) Io mi vergogno! Ma mi vergogno veramente. È tutto lo staff attorno! È una cosa impressionante (...)
---
Belsito: Qui stiamo parlando di federalismo, di riforme, ma lo sai che sono veramente preoccupato. Lo sai che sono andato a spulciare quello che stanno facendo? Il niente! Il niente. Io mi vergogno. Mi vergogno! Ci sono tematiche che abbiamo promesso agli elettori di portare avanti! Ma chi le porta avanti? Chi le porta? Qui bisogna dire: Capo, guarda così questo non passa. (...) C'è un casino sul territorio che non ti immagini nemmeno.
---
L'ex sottosegretario si lancia poi in un'invettiva contro il suo stesso ministro Calderoli:
Belsito: Quell'altro asino bardato da generale. Perché quello è un asino bardato da generale, il mio ministro. Quello è veramente un asino. Devo togliermi la soddisfazione di dirglielo, che è un asino, veramente. (...) Io non riesco a capire come un asino del genere è diventato ministro?
Manuela Bossi: Pensa! Pensa!
Belsito: Se quello è diventato ministro, io un giorno posso pensare di fare il presidente.
Manuela Bossi: il Papa!
Belsito: Il Papa! (...) Io lo guardo e dico: che cosa ha fatto alla semplificazione normativa?
Manuela Bossi: Ah, non lo so!
Belsito: Cosa ha fattooo?
Manuela Bossi: Non lo sa nessuno.
---
Infine, parlando dello staff del Senatur:
Belsito: E' composto da gente ignorante e da imbecilli.
Manuela Bossi: Essendo lui un genio, ha potuto essere sempre contornato da imbecilli. Tanto faceva lui. È quello il problema!
 ...