sabato 15 settembre 2012

Franco Frattini alla guida della Nato: ... caro Monti, stai scherzando vero?

"I rapporti che l'Italia ha con Gheddafi non li ha nessun altro Paese, puntando il dito contro la Libia non si ottiene nulla. A noi Gheddafi ci apre le porte di tutta l'Africa" ... "Gheddafi va sostenuto con forza, è un modello per il mondo arabo. Ha realizzato una riforma dei "Congressi provinciali del popolo": ogni settimana Gheddafi va lì e ascolta. Per me sono segnali positivi" ... "Non dobbiamo dare l'impressione sbagliata di volere interferire, di volere esportare la nostra democrazia, ne pagheremmo le conseguenze" ... (e nel giorno della morte dell'ex dittatore: "Un dato estremamente importante, una grande vittoria del popolo libico").
Su Mubarak:
"Speriamo che il presidente egiziano Mubarak continui, come ha sempre fatto, a governare il suo paese con saggezza e lungimiranza". 
 Su Ben Alì:
"Con Ben Alì i rapporti sono eccellenti", il regime tunisino va "sostenuto convintamente", perché è uno di quei governi che hanno "avuto coraggio" e che "costituiscono un'importante presenza mediterranea, soprattutto nella lotta al terrorismo".
"Wikileaks vuole destabilizzare il mondo, non cadremo nella trappola di chi vuole che la diplomazia mondiale collassi e che il mondo sia guidato soltanto da scontri e da guerre" ... "sarà l'11 settembre della diplomazia" ... "Assange va interrogato e processato come le leggi stabiliscono".
Su Valter Lavitola, faccendiere:
"Lavitola non mi accompagnava nei vertici diplomatici" ... "Lavitola non ha mai partecipato ad incontri istituzionali" ... "Io non mai ho mescolato l'attività istituzionale con attività di altro genere".
Su Lukashenko:
"Siamo orgogliosi del rapporto che l'Italia ha con la Bielorussia".
Su Putin:
"Mi auguro che Vladimir Putin venga eletto di nuovo Presidente. La sua riconferma sarebbe un bene per l'Unione Europea e per l'Italia. I rapporti con la Federazione non sono mai stati così buoni come negli ultimi anni".
Ecco, volevo solo dirvi che il politico che ha pronunciato queste parole, l'ex ministro degli esteri Franco Frattini, è in corsa per diventare Segretario generale della Nato. L'Italia è in pole, e lui il candidato unico, pienamente sostenuto dal governo di Mario Monti. Davvero.


 ...