giovedì 22 novembre 2012

Amici miei

Matteo Renzi lo aveva ripetuto in tutte le salse, di continuo. E mi sembrava un ottimo proposito. In caso di sconfitta alle primarie del centrosinistra, lui non avrebbe fatto come gli altri, come Mastella e simili, niente poltrone, niente ministeri, niente Parlamento, "non ci inventeremo liste o giochi strani". Chi perde le primarie "deve dare una mano a chi ha vinto, ma senza premi di consolazione". E oggi, intervistato dal programma "105 Friends", Radio 105, prima ironizza sui "tre vitalizi di Bersani", e fin qui, vabbé, poi però eccolo uscirsene con un pericolosissimo "in caso di sconfitta portero' un po' di amici miei in Parlamento e cercherò di avere un po' di spazio''. Porterò un po' di amici miei in Parlamento?



[grazie a Francesca Cortese per l'ansa]