sabato 26 gennaio 2013

Il famoso "rinnovamento" Pdl ...

Avevo capito che il Pdl volesse candidare "l'80% di volti nuovi", che insomma fosse pronto per il "grande rinnovamento" promesso e sbandierato in tutte le televisioni. Bene, non solo scopriamo che le liste sono piene zeppe di impresentabili - da Verdini a Scilipoti, dai condannati per corruzione agli indagati di mafia - ma pure che il partito con il minor tasso di rinnovamento sarà proprio quello guidato da Silvio Berlusconi, 20 facce nuove ogni 100 candidati. E tra quei 20, c'è pure Daniela Santanché.


[clicca per ingrandire - fonte: La Stampa]

Update: il Sole 24 Ore ha analizzato le liste, e capito che alla fine, per il Pdl, in Parlamento entreranno quasi solo "vecchi" deputati e senatori. Gente che c'era già.