lunedì 21 gennaio 2013

Scene da un vertice Pdl

Formazione delle liste del Popolo della Libertà, retroscena di Repubblica sulla rogna "impresentabili". A Palazzo Grazioli, dimora romana del Cavaliere, irrompe Nicola Cosentino, furibondo, arrivando quasi alle mani con Angelino Alfano:
«Lo capite o no che se non mi candidate io finisco in galera?! E questo sarebbe il partito garantista? Ma io vi rovino, ritiro i miei consiglieri e faccio saltare decine di giunte in Campania: poi vi faccio perdere le elezioni!»
Lo rassicura Berlusconi:
«La mia era una richiesta, figuriamoci se ti metto fuori: farò di tutto per tenerti dentro. Al momento sei in lista»