giovedì 21 febbraio 2013

L'Università di Siena: "Berlusconi dice balle"

In questa campagna elettorale Silvio Berlusconi l'ha ripetuto continuamente, ad ogni intervista, e le interviste sono state più di un centinaio: "Ho mantenuto tutti gli impegni presi, lo dice persino l'Università di Siena, che non è di certo nostra amica: l'80% del contratto con gli italiani è stato rispettato". A volte l'85%, a volte il 100%, a seconda della percentuale che gli veniva in mente.

Grazie a "La Zanzara" di Radio 24, ecco finalmente la versione della famosa "Università di Siena".
"Sì, ho votato Pdl diverse volte ma questo non c'entra niente. Berlusconi dice delle inesattezze, delle balle. Non è vero che l'80 per cento del suo programma è stato realizzato. Noi prendiamo in considerazione solo i disegni di legge presentati, non quelli che vengono approvati". Lo dice Maurizio Cotta, professore di Scienza Politica all'Università di Siena, e autore degli studi citati spesso dal Cavaliere in questi giorni. "Il nostro gruppo di lavoro - dice Cotta - ha preso in esame il programma del 2001 e ha verificato che sono state presentate iniziative del governo corrispondenti all'80 per cento del programma. Dunque è sbagliato dire che sono "realizzazioni", sono solo "iniziative". Il Cavaliere non può spacciare il nostro studio come sta facendo. Sono affermazioni, come si dice, ballistiche". "Abbiamo analizzato - continua il professore - anche l'ultimo governo Berlusconi, quello del 2008, e su 125 promesse ne ha presentate in Parlamento solo il 42 per cento".