venerdì 29 marzo 2013

Er Batman

Francone Fiorito, ex capogruppo Pdl in Regione Lazio, è appena tornato in libertà, e questo è il campanello della sua casa di Anagni. Nessun nome, solo il simbolo di Batman.


ANAGNI (Frosinone) — Un vento umido e una nebbia sottile avvolgono il Bat-rifugio quando i carabinieri si presentano, sono le 16, a citofonare, come ogni giorno da due mesi a questa parte, al campanello che non ha un nome, ma un simbolo, le ali del super pipistrello. Questa volta, però, non si tratta del controllo quotidiano per il rispetto degli arresti domiciliari a casa di mamma Anna. I militari vengono a notificare la fine delle esigenze cautelari, decisa un paio di ore prima dal gup di Roma, Rosalba Liso. Pur in attesa di giudizio, Franco Fiorito — il Batman di Anagni— è da ieri un uomo libero (e prima dei domiciliari era stato tre mesi in cella). La notizia corre veloce in paese, il telefono di casa squilla in continuazione: «Mi hanno chiamato duemila politici, neanche ho potuto rispondere a tutti» (...).

(Fonte: Corriere della Sera)