sabato 23 marzo 2013

Il maxischermo di Brunetta

"Mega spese, commessi puniti, staff azzerato, deputati Pdl in rivolta". Renato Brunetta, nuovo capogruppo del partito alla Camera, non ha perso tempo. Al suo fianco, ha voluto l'ex agente "Betulla". Nell'ufficio, un plasma da paura. "Lo voglio subito".
ROMA - La televisione per la sua stanza, da nuovo mega super capogruppo l'ha voluta enorme. Perché a lui tutto piace in grande. Venerdì 15 febbraio l'elezione di Renato Brunetta alla presidenza della squadra Pdl alla Camera non era ancora formalizzata - Silvio Berlusconi aveva appena imposto ai deputati la sua irrevocabile scelta contro tutto e tutti - che già l'ex ministro si era presentato nei locali al sesto piano che erano stati di Fabrizio Cicchitto e impartiva le nuove disposizioni. Via il vecchio (neanche tanto, sembra avesse un paio d'anni) Toshiba del suo predecessore. La segretaria ha convocato i commessi per ordinare un nuovo tv al plasma da 50 pollici: "Presto, anzi subito". Costo a carico dei fondi del gruppo. Con buona pace dei tagli ai costi. [leggi tutto, La Repubblica]