venerdì 12 luglio 2013

Cnn: "In Italia scioperano tutti, tranne le prostitute di Berlusconi"


Stati Uniti, Erin Burnett, anchor woman della Cnn che ogni giorno affronta temi di politica internazionale, ha detto la sua sull'Italia dopo il downgrade di Standard&Poor's, sferrando un attacco particolarmente pesante al nostro Paese. Ma non solo. Sempre per quella storia dell'autorevolezza.
"Abbiamo appreso che in Italia il processo per il naufragio Costa Concordia - 32 morti, il capitano Schettino incriminato per abbandono della nave ed omicidio plurimo colposo - è stato rinviato. E perché mai? Per lo sciopero degli avvocati. Pare che in Italia sia normale scioperare, tanto che sul sito del ministero dei trasporti c'è una sezione dedicata all'annuncio dei prossimi scioperi.

Anche per questo non c'è da sorprendersi del declassamento: quando si è sempre in sciopero poi ci sono queste conseguenze. L'uomo che ha guidato l'Italia per la maggior parte dell'ultimo decennio era forse troppo occupato coi suoi bunga-bunga per accorgersi degli scioperi e trovare una soluzione. Anche perché non sembra che le sue prostitute avessero scioperato". 
- grazie ad America 24, Radio 24 -