domenica 7 luglio 2013

Parla l'Astrological Coach: "Enrico Letta deve passare il compleanno a Hua Hin"...


Il Giornale, pagina 18, intervista all'Astrological Coach Marco Celada
No, non è uno scherzo.

L'astrological coach, sposato con una traduttrice e residente a Cornaredo, nell'hinterland milanese, ha avuto per maestro Ciro Discepolo, giornalista e scrittore napoletano di 65 anni, che ha fondato la Scuola di astrologia attiva e che non vuole apparire su Wikipedia, da lui definita «l'unica enciclopedia “libera” con il catenaccio rosso» perché «censura il sapere». «Ha lavorato presso il Consiglio nazionale delle ricerche», informa il discepolo con la minuscola.

Che significa astrologia attiva?
«Prendere in mano il proprio destino, gestire l'energia dei pianeti, utilizzandola e non subendola. L'astrologia attiva si basa su due tecniche: la rivoluzione solare, cioè il compleanno mirato, e l'astrocartografia. Il primo passo è la mappa astrale mirata».

Cioè?
«La fotografia del cielo al momento della nascita. Questa immagine, che dura un istante, sarà poi responsabile per tutta la vita del destino di un certo soggetto. Ci fa capire la persona, le sue predisposizioni, i punti di forza e di debolezza. Riusciamo così a stabilire che cosa può fare un bambino da grande. Prenda Silvio Berlusconi: ha Giove in terza casa, che è quella legata alle comunicazioni e alle telecomunicazioni. Era tutto già scritto». (...)

Dovremmo spedire i nostri governanti a tagliare la torta nel posto giusto.
«Il primo governo Berlusconi cadde nel dicembre 1994 perché il premier fece una cattiva rivoluzione solare il 29 settembre. Analizzando i leader in campo nelle ultime elezioni politiche, avevo previsto fin dal 2 febbraio, su Msn, il portale della Microsoft, il quasi pareggio fra destra e sinistra, precisando che il Cavaliere non sarebbe riuscito a prevalere, sia pure di poco. Avevo anche pronosticato l'appannamento di Pier Luigi Bersani, dopo il momento di massimo splendore raggiunto con le primarie del Pd. Quanto a Giorgio Napolitano, sette anni fa venne eletto presidente della Repubblica in un giorno con transito particolare di Saturno in buon aspetto al Sole: in astrologia corrisponde a un alto riconoscimento che giunge in tarda età. Lo stesso transito s'è ripetuto a metà dello scorso aprile, quando il capo dello Stato ha avuto il secondo mandato».

Se Enrico Letta ci sta leggendo, drizzerà le antenne.
«L'attuale premier è nato il 20 agosto 1966 alle ore 19.40 a Pisa. Non deve trascorrere il compleanno 2013 in Italia. Il cielo della rivoluzione solare presenta infatti un temibile Marte in dodicesima casa. Per ribaltare al meglio la situazione astrale quel giorno dovrà recarsi a Hua Hin, in Thailandia».

E di Beppe Grillo che mi dice?
«Anche a lui consiglio di non trascorrere in Italia il compleanno 2013, che cade astrologicamente il 20 luglio benché il comico sia nato il 21».

Non sveli la località più propizia in cui dovrebbe recarsi, altrimenti ce lo ritroviamo a Palazzo Chigi.
«Mi aspettavo un'altra obiezione: “Ma allora lei ha il potere di indirizzare le persone nel luogo sbagliato”. Risposta: sì. Qui subentra l'etica, la stessa che obbliga un medico a curare un ferito anche se ha commesso una strage. Dico solo che l'anno solare, da compleanno a compleanno, per Grillo sarà negativo a causa della presenza di Marte sul discendente e di Saturno al medio cielo». (...)

Chi si rivolge a lei?
«Soprattutto industriali e responsabili di aziende. Stamattina ero al telefono con un manager di Roma che dovrà passare il suo compleanno mirato a Hilo, nelle Hawaii. In passato un imprenditore del ramo abbigliamento, anche lui romano, mi ha chiesto un consulto per individuare il luogo più idoneo a delocalizzare. Ha aperto uno stabilimento vicino a New Delhi, in India, che sta andando bene».
...