domenica 22 settembre 2013

Berlusconi ai magistrati: "Agli elettori mento un po' di meno"

Bari, processo Escort, il Cavaliere dice ai magistrati che quei 5mila euro al mese che passava a Tarantini non rappresentavano alcuna corruzione, ma quale "prezzo del silenzio"?!, "erano troppo pochi". Inoltre, il nostro ex Premier afferma di non aver favorito in alcun modo le attività dell'imprenditore barese. Ma sentite un po' qua.
Pm.
«Il 10 dicembre del 2008 vi è una telefonata in cui dice a Gianpaolo Tarantini: “Ho visto Guarguaglini e poi ti riferisco”».

Berlusconi.
«(...) Io non ho mai passato documentazioni. Se è stato Tarantini a dirlo è una millanteria, se sono stato io, è per fargli vedere che mi ero interessato un po’ di più di quanto invece non avevofatto».

Pm:
«È stata la bugia di un uomo politico che certe volte anche ai suoi elettori...».

Berlusconi:
«Ammetto, ammetto, anche se agli elettori un po’ di meno... Sono bugie che io chiamo bugie di vita, però sono innocue ».
...