venerdì 6 settembre 2013

«Per "Silvio il Gladiatore" scateneremo l'inferno»

Michaela Biancofiore, amazzone di lungo corso, onorevole Pdl e sottosegretario del governo Letta, intervistata da Libero:
«Tutti quelli che hanno tradito Silvio sono finiti male. Fini docet. Ma non mi riferisco solo a lui. Ad esempio penso ai vari Italo Bocchino, Fabio Granata e Giustina Destro. Reietti e mai più rieletti. Se lo sfidante di B. fosse Renzi? Ho fiducia nel popolo italiano, che saprebbe scegliere tra chi è ricco di contenuti, come Berlusconi, e il tele-sindaco di Firenze. Il conto alla rovescia è iniziato il 1° agosto, giorno della sentenza della Cassazione su Silvio Berlusconi. Quel giorno ci saremmo aspettati da parte del Pd solidarietà umana e politica, invece da parte loro è iniziato un linciaggio ad personam. Ma non possono pensare di avere la botte piena e la moglie ubriaca. Non possono pretendere che noi sosteniamo un esecutivo in cui il principale partner della maggioranza punta a mozzare la testa dell’altro socio. Noi del Pdl non siamo acefali. Lo vogliono capire o no che Pdl e Berlusconi simul stabunt simul cadent? Per il nostro gladiatore siamo pronti a tutto. Al via di Berlusconi, siamo pronti a scatenare l’inferno». [...]