lunedì 21 ottobre 2013

Ed il sindaco leghista disse: "Con le tasse uccido come Priebke, ma come lui eseguo solo gli ordini"

Loris Mazzorato, sindaco leghista di Resana, intervistato dalla Tribuna di Treviso.

Ieri sera alla messa di requiem per il capitano delle SS Erich Priebke c’era anche un sindaco: Loris Mazzorato, primo cittadino di Resana. Si è presentato tra i primi, ben prima dell’inizio della funzione. Addosso una maglietta fatta in casa con scritto: «Service tax, Imu, Tares: crimini di stato». Aveva prenotato un posto nella cappella.

Perché ha voluto partecipare alla funzione?
«Sono qui come sindaco perchè voglio protestare per i tagli che mi vengono imposti. Vivo nell’impossibilità di dare risposte ai miei cittadini e a un’economia territoriale in crisi. Ho la cassa ricca, 4 milioni di euro nelle casse, e mi trovo obbligato ad aumentare le tasse, vessare i cittadini, far chiudere le imprese per le imposizioni di Stato».

Ma questo cosa c’entra con il requiem per Priebke?
«Io mi trovo costretto ad applicare delle leggi, e se non lo faccio rischio denunce, condanne, rischio pene per non aver eseguito degli ordini. Mi trovo obbligato a eseguire crimini di Stato esattamente come è successo a Erich Priebke: ha fatto ciò che ha fatto per rispondere a un ordine che doveva eseguire».

Qui paragoniamo l’eccidio nazista alle tasse... non le pare fuoriluogo?
«Non so se sono più colpevole io a eseguire certe imposizioni o se sia stato più colpevole Priebke, siamo entrambi colpevoli di crimini di Stato a mio avviso, lui non aveva scelta come non ce l’ho io adesso. Io non posso oppormi, non posso fare nulla altrimenti pago sulla mia persona e coinvolgo in tutto questo anche la mia famiglia».

Lei condanna Priebke?
«Io lo condanno per ciò che ha fatto ma, ribadisco, ha solo eseguito degli ordini. I problemi sono altri, e stanno a monte». (...)

- grazie ad Andrea Schieppati e Giorgio Schiavinato /
ecco la foto della maglietta -