giovedì 28 novembre 2013

Caro Sandro Bondi, che dicevi sull'assenteismo?

Niente, volevo solo ricordare una cosina a Bondi, Gasparri, e a tutti i falchi di Forza Italia che in queste ore stanno gridando "Vergogna!", e sbraitando contro i senatori a vita: colpevoli a loro dire di "non presentarsi mai in Parlamento", e di averlo fatto "proprio il giorno della decadenza di Berlusconi". Ecco, cari Bondi, cari Gasparri, provate a dare un'occhiata alla classifica stilata da Openpolis. Scoprirete che il record assoluto di assenteismo senatoriale (e praticamente di tutto il migliaio di parlamentari) è detenuto proprio da un certo Silvio Berlusconi, con un tasso di assenze da codice penale: 99,94%. Praticamente in questi primi sei mesi di legislatura non c'è andato mai. Ora gli spetteranno pure 167.200 euro di buonuscita, e da dicembre una pensioncina da 8mila euro lordi al mese. Quindi, Bondi, quindi, Gasparri, riepiloghiamo: il più assenteista in assoluto è Berlusconi, primo in classifica. Secondo classificato, il suo avvocato, Niccolò Ghedini. Terzo, ma guarda un po', il braccio destro del Cavaliere: Denis Verdini. Al quarto posto - da non crederci - si piazza Mariarosaria Rossi, detta anche "La Badante", senatrice forzista ed assistente personale indovinate di chi...