mercoledì 27 novembre 2013

Degustazione di tartufi

"Ecco le spese del governatore Cota", presidente di Regione Piemonte, Lega Nord. Leggiamo da La Stampa di oggi:
Piccole spese politiche del governatore del Piemonte. Spremuta e Pall Mall azzurre. Tre coperti da Celestina, ai Parioli di Roma, il 14 aprile 2011. Sei coperti al ristorante al Duello, lo stesso giorno, ancora Roma. Quattro chili di pasticceria per 126 euro a Torino. Cynar, grappa e coppa mista di gelato, una domenica notte. Due degustazioni di tartufi da Eataly. Quattro pacchi di Pall Mall azzurre. Un libro antico da 200 euro. Un regalo di nozze da 380 euro «per rappresentanza», all’assessore Michele Coppola. Poi cravatte, argenteria, un caricabatterie. Deodorante, spazzolino, Marlboro da 20. Una cornice. Una valigia. Un dvd ("Fair Game - Caccia alla spia", ndr). Cipster, taralli, M&M’s, arachidi. Quattro coperti al Legal Sea Food di Boston, 110 euro alla taverna Antico Agnello di Novara. Ventidue coperti da Celestina ai Parioli, con cinque ricevute diverse nello stesso giorno. E poi, il 20 aprile 2011: nove pasti con tre scontrini, fra Roma, Torino e un bar dell’aeroporto. Totale: 25.410 euro non giustificabili. La storia è tutta qui.

Il governatore Roberto Cota è furibondo, grida al complotto. [...]