domenica 3 novembre 2013

"La nobile Minnie, il cane Scottex ed il rasta Dudù": le grandi inchieste del Corriere della Sera


Imperdibile il pezzo di pagina 6, "Dudù, la saga continua: i giochi con la scorta e l’amicizia con Minnie, cane «nobile»". Articolo ripreso anche dal "Blog di Dudù", per dire.
ROMA — Non ha il complesso del cagnetto parvenu — una delle tante fortune di nascere quattrozampe — perciò quando gli aprono lo sportello dell’auto blu, ignaro di essere un «nuovo ricco», Dudù non bada all’etichetta, si fionda giù dal sedile come una freccia e attraversa il cortile monumentale sperando di incrociarla almeno per un bau veloce e una corsetta tra le gambe delle guardie del corpo.

Per nulla intimidito dal fatto che la sua compagna di giochi sia di natali assai più nobili dei suoi: Minnie, la schnauzerina nera con cui il first dog di Palazzo Grazioli si intrattiene spesso e volentieri durante i soggiorni romani, appartiene al principe Alvaro Caravita di Sirignano, cugino del duca Giulio Grazioli, legittimo e aristocratico proprietario della dimora su via del Plebiscito affittata a Silvio Berlusconi. Ci sarebbe anche il di lei fratello, identico ma bianco — di qui il nome Scottex — discendente pure lui del capofamiglia Senza (abbreviazione di Senza Vergogna, a sottolineare la per- sonalità anticonformista del suddetto), ma a quanto pare il barboncino più famoso d’Italia ha un debole per Minnie, sebbene sia presto per dire se si tratti di una storia seria. (...)

Ma la vita dorata tra stucchi e cristalli, né l’agio del divanetto di velluto rosso su misura, dono di un tappezziere capitolino, a quanto pare hanno cancellato l’indole genuina di Dudù che detesta guinzagli e cappottini e si è risentito molto quando la Pascale, a una festa, gli ha messo lo smoking bianco col papillon.

Nel parco di Arcore, dove scorrazza libero e selvaggio, sente il richiamo della terra ed è solito rientrare sporco di fango e saltare sui divani beige e oro, sotto lo sguardo amorevole di Berlusconi, che tutto gli perdona (e che gli allunga di nascosto pizzette e scaglie di parmigiano). «E poi si aggrappa alle tende come un gatto, le rosicchia, ruba i cuscini e li porta a spasso», racconta Elena Morali (ex fidanzata del «Trota» Renzo Bossi), soubrette di Colorado e amica del cuore della Pascale: «Francesca è fissata, gli fa il bagnetto di continuo, ma dopo un’ora è già lurido». Perché Dudù, che non porta il taglio alla francese ma il pelo lungo e un po’ da rasta — come dice la Brambilla — «è un cane del popolo», un self-made dog, non un signorino.
...