mercoledì 27 novembre 2013

Paola Taverna ed il maschile di "nazista", che sarebbe "nazisto"

La capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato Paola Taverna non ci sta ad essere chiamata "nazista". "La mia non era una valutazione della sua persona, ma sul suo ragionamento", risponde il berlusconiano Malan, "supportato" dall'insopportabile sguaiatezza della senatrice Rossi, assistente personale di Berlusconi. Ma per la senatrice Taverna è un attacco personale. Galan "avrebbe dovuto usare un aggettivo quantomeno al maschile", sbotta. Avrebbe dovuto dire "nazisto", che diamine.