giovedì 7 novembre 2013

"Spariremo tutti, senza Berlusconi siamo il Nulla"



Parole di un Sandro Bondi "rassegnato", e raccolte dal Foglio:
«Questa storia è finita, dietro Berlusconi non c’era niente... da quando la conosco ho riscoperto la libertà, ho preso il primo aereo della mia vita. In questi anni non abbiamo costruito nulla di umanamente e politicamente solido o autentico. Finisce male. Senza Berlusconi non saremmo stati niente, soltanto delle rape. Almeno Fini e Casini avevano il coraggio di affrontare il Dottore nel fulgore dei suoi anni migliori, oggi è facile... Ma si illudono, spariranno anche loro, spariremo tutti. Ce lo meritiamo quello che sta succedendo. Siamo il vuoto, siamo il nulla, non abbiamo saputo costruire niente di solido, capace di resistere al declino di Berlusconi. E allora fanno bene Bindi, Cuperlo e Grasso a tirarci i ceffoni. Siamo soltanto una palla da prendere a calci. A sinistra c’è Matteo Renzi, noi cosa abbiamo prodotto? Tra qualche tempo sarò fuori dal Parlamento, fuori da queste miserie, come un sopravvissuto, il randagio di una storia finita molto male».
(Leggi tutto)