domenica 15 dicembre 2013

Il complotto di Matteo Renzi (contro Andrea Scanzi)

Prima ha conquistato Firenze. Poi il Partito Democratico. Ora vuole pure diventare presidente del Consiglio. Ma qual è il vero obiettivo di Matteo Renzi, quale la bramosia? La ricchezza? Il potere? Il bene degli italiani? Macché. Matteo Renzi vuole distruggere-Andrea-Scanzi. Eh già. È lo stesso giornalista a rivelarlo, sul sito del Fatto Quotidiano:
"1) Considerazione faceta (cioè scherzosa. I bimbominkia di Renzi moderino i loro ormoni e non si cruccino per così poco). Più ascolto Renzi, più ho la sensazione che abbia un'idea di partito contra personam più che ad personam. E quella "personam" sia io. A ogni discorso mi saccheggia il libro "Non è tempo per noi" (che gli ho spedito e che ha letto) senza citarlo. Alla Comunicazione ha messo un dileggiatore seriale diversamente snello e allegramente spennacchiato che mi insulta ogni tre per due (come scegliere un macellaio come chef per un raduno vegano). Adesso, come inno ribelle del partito, ha scelto i Negrita (i Negrita come emblema di ribellione: attendo un endorsement renziano alla Binetti come simbolo di erotismo), il cui cantante è stato condannato anni fa per avermi democraticamente aggredito. Ci manca solo che, a breve, scelga come vicepremier il compagno di banco delle medie che mi ciulò la fidanzata. (...)"

(grazie @rofuba)