martedì 10 dicembre 2013

Le donne di Silvio: "Telefoniamo subito a Renzi!"

Leggiamo da Repubblica di oggi:
Domenica sera era a cena in un ristorante del centro di Roma dopo la kermesse dei club, assieme alla fidanzata Francesca Pascale, la responsabile giovani Annagrazia Calabria con alcuni dei suoi ragazzi, e Michaela Biancofiore (e Dudù, vedi foto, ndr). «Che dite, lo chiamo adesso o domani?», chiede Berlusconi. È da poco trascorsa la mezzanotte. «No, dai, presidente, chiamalo adesso» lo convincono le donne al tavolo. Lui si fa passare il sindaco di Firenze dalla batteria del Viminale. Non appena Renzi risponde (è in vivavoce, ha concluso da un po’ il suo discorso da vincitore) scatta l’applauso delle signore presenti e un “bravooo”. Il segretario pd è imbarazzato, sorpreso, riesce a dire grazie. E Berlusconi comincia.

«Complimenti, sei stato bravo davvero, ma non mi stupisce, è da quando sei venuto a trovarmi ad Arcore che ho capito che hai del talento, sei un bravo comunicatore». Il riferimento è all’incontro di tre anni fa, era il dicembre 2010, Renzi era andato a trovare l’allora premier per perorare la causa dei fondi per la sua città. «Certo — continua scherzando il leader forzista — oggi è come se il Milan o il Barcellona avessero giocato con una squadra da interregionale. Mi auguro che adesso si apra un nuovo corso, che porti in Italia una socialdemocrazia moderna». Renzi è stanco, non ha molta voglia di argomentare, ribattere, continua a ringraziare. Berlusconi saluta con l’ennesima battuta: «Stavolta ti andrà bene, perché non troverai me nella corsa a premier. Ci vedremo presto». Grazie e clic.