venerdì 27 dicembre 2013

++ Signorini: "Che rabbia, ero quasi arrivato a Cortina" ++

Sono costretto a riportare questa fondamentale agenzia Ansa, che nelle ultime ore ha fatto il giro dei media nazionali.
Direttore 'Chi', situazione drammatica, anche alberghi isolati
(ANSA) - ROMA, 26 DIC - "La citta' e' isolata, le strade sono completamente interrotte, mancano luce e riscaldamento e nevica pure come Dio la manda, mai vista roba del genere". Alfonso Signorini, direttore di 'Chi', e' arrivato "ad appena dieci chilometri" da Cortina d'Ampezzo dove pensava di trascorrere qualche giorno di vacanza, ma e' stato costretto "a tornare indietro, a Milano".

"La situazione e' drammatica, pare che ne abbiano ancora per un paio di giorni" racconta Signorini, che ha appena preso informazioni dai carabinieri. "Sembra che siano caduti due tralicci, uno nella zona di Longarone, l'altro in quella di Dobbiaco e quindi non e' isolato solo l'Ampezzo, ma anche il
Cadore".

Di qui la decisione di fare marcia indietro: "Mi viene la rabbia perche' in pratica eravamo arrivati. Ma purtroppo la strada statale e' quasi impraticabile e anche con le gomme da neve non si riesce a raggiungere le case, per di piu' sta facendo buio. Gli alberghi sono isolati, non rispondono neanche piu' ai centralini. Anche i miei amici stanno lasciando Cortina".
(ANSA).