mercoledì 8 gennaio 2014

Alla Mussolini piace il "nero"...


Silvio Berlusconi avrebbe stilato una "lista nera" di politici forzisti che non vuole più vedere in tv - Gasparri, Santanchè, Ravetto e altri ancora - preferendo loro dei profili più "moderati, rassicuranti". In questa black list rientrerebbe pure l'onorevole Mussolini, che al quotidiano "Il Tempo" ha dichiarato quanto segue.
Non è bastato che da Forza Italia negassero l’esistenza di una black list dei volti da «oscurare» nei telegiornali per cancellare le polemiche. Anzi. L’elenco consegnato (ma smentito) da Deborah Bergamini ai direttori delle testate continua a far discutere. Laura Ravetto reagisce stizzita: «L’elettorato di Fi non ama certo le gatte morte in tv». Alessandra Mussolini la prende con molta più ironia. E, tra una risata e l’altra, a Il Tempo si vendica a modo suo: «Una black list? È un onore esserci. Meglio censurati che minchioni...».

Onorevole Mussolini, questa black list esiste o no?
«Ah, guardi, è una cosa meravigliosa. Sa cosa le dico? Per com’è messa la politica oggi, stare in una black list è un punto d’orgoglio. Vuol dire che almeno si suscitano reazioni, che si è capaci di non lasciare gli altri indifferenti. Per la mia storia è meglio stare in una lista black che in una white».