venerdì 3 gennaio 2014

I grandi retroscena di Bruno Vespa

Bruno Vespa, intervistato da Chi.
Tra gli inediti curiosi (del nuovo libro di Vespa, ndr.) c'è un piccolo retroscena della fine del governo Monti.
Vespa: "Nel dicembre 2012, prima della spallata finale, Renato Brunetta aveva preparato un attacco durissimo alla politica economica del governo. Gianni Letta ne fece ammorbidire i toni. Ma poi fu richiamato a casa dalla moglie perché senza di lui sarebbero rimasti in 13 a tavola. E Brunetta riguadagnò terreno. Comunque, la rimonta di Brunetta non cambiò nulla: Berlusconi ascolta tutti, ma in definitiva è sempre lui a prendere le decisioni".