mercoledì 8 gennaio 2014

"Kim Jong-un è un moderato, un democristiano" (Antonio Razzi)

Antonio Razzi, senatore di Forza Italia, ospite de "La Zanzara" di Radio 24:


“Kim Jong Un è un moderato. Non è un dittatore, è un moderato. E sta cercando di portare un po’ di democrazia in quel paese. Lo zio stava organizzando un complotto per far fuori il nipote. E il nipote, siccome è più intelligente, se n’è accorto e l’ha fregato all’ultima curva….”. Così Antonio Razzi, segretario della commissione esteri del Senato, a La Zanzara su Radio 24, sulla condanna a morte dello zio del leader nordcoreano, che secondo alcune notizie sarebbe stato sbranato dai cani.  “Siccome suo zio non condivideva quello che diceva Kim – continua Razzi - allora stava organizzando un complotto per far fuori il nipote. E il nipote, siccome è più intelligente, se n’è accorto e l’ha fregato all’ultima curva”. “Kim Jong Un – dice ancora Razzi, che ha effettuato diversi viaggi in Corea del Nord – ama moltissimo l’Italia. Io non lo vedo come un dittatore. Sembra un vecchio democratico cristiano. L’atomica? Io non l’ho mai vista. La pena di morte? C’è anche in America” .