giovedì 30 gennaio 2014

Le suore mostrano ai bambini il film sbagliato: e parte il porno

-
Succede nella quinta elementare della paritaria "Farina", gestita dalle suore dorotee in centro a Vicenza. Ne racconta il Gazzettino (grazie ):


VICENZA - La lavagna interattiva doveva proiettare un concerto. Invece davanti a 29 bambini della quinta elementare della paritaria "Farina", gestita dalle suore dorotee in centro a Vicenza, non appena accesa la lavagna è comparsa la scena di un film porno con una mega orgia. Colpa di una maestra laica che ha inserito la chiavetta usb sbagliata.

Le suore si sono scusate con le famiglie, parlando di un errore, ma i genitori sono imbestialiti e vogliono presentare denuncia, dopo che i bambini scioccati a casa raccontato tutto. Qualcuno si sarebbe già rivolto a un avvocato. La mestra si sarebbe giustificata, spiegando che quella chiavetta con la musica era stata prestata dalla mamma di un alunno. Ma ai genitori non basta.

6 commenti :

Mauro ha detto...

Bambini scioccati... sicuri sicuri? ;)

sergetto ha detto...

Questa e'una delle situazioni, nelle quali mi rendo conto di quanto siano più fortunati i bambini di adesso

Inneres Auge ha detto...

siamo sicuri che sia stato un errore?

Marco ha detto...

Ma va' là! In quinta elementare i ragazzini potrebbero tenere lezioni di sesso di ogni genere e tipo, altro che shockati!

Certo che la maestrina, però...!

Michele ha detto...

Lasciatemi dire che nelle scuole gestite dalle suore il massimo delle lezioni sul sesso è spiegare, singolarmente a ciascuna bambina, e a sommi capi che arriveranno le loro "cose" ogni mese.

Con la scusa del filmino per lo meno sono stati costretti a parlare di un argomento tabù.

Ben venga la maestrina sbadata!

Stefano Kerberos ha detto...

Io personalmente ho sempre il terrore che parta un porno per sbaglio. E' una di quelle paure, irrazionali o meno, che si sommano al morto che apre gli occhi di scatto o all'assassino che appare quando si aprono le porte dell'ascensore.

Sono contento che sia successo in una scuola di suore.