venerdì 27 giugno 2014

"Orgia botulinica". La foto dell'anno

"In un'orgia di botulinico stupore", scrive Maria Luisa Agnese, nella didascalia di questo magnifico scatto. Dal nuovo numero di "Sette", Corriere della Sera.


Orgia botulinica e smorfia da Medea (Maria Luisa Agnese, "Sette")
«Ma quale cerchio magico! Sono solo cattiverie. La verità è che qui si lavora tanto senza orari né weekend e non tutti sono disposti a farlo». Con un’intervista al Corriere della Sera Mariarosaria Rossi, quella che è considerata la zarina del gruppo perlopiù femmineo che vigila e con- trolla il Cavaliere declinante, smen- tisce ogni leggenda nata e cresciuta intorno a quel piccolo gineceo forza italiota. Non si fa incantare dalle sue parole e va avanti a credere nel potere del cerchio magico l’accorto Giovanni Toti, l’uomo che sussurra all’orecchio di Mariarosaria tali meraviglie da far esplodere la neo amministratrice unica di FI (nominata il 20 maggio al posto dell’ex fedelissimo Sandro Bondi) in un’orgia di botulinico stu- pore. Mentre sullo sfondo si profila la figura del sempre svelto Antonio Razzi che sembra proprio il Razzi del Crozza della Meraviglie quando dice ad Andrea Zalone “fatti gli affari tui...”. Ma forse la palma di più stu- pita, quasi schifata, della settimana la vincono – pari merito – Anna Maria Bernini impietrita in una smorfia alla Medea (chissà cosa ha visto a Palazzo Madama) e la schermitrice-deputata Valentina Vezzali, che prorompe in un urlo di guerra che neppure in pedana prima di un assalto. Non fatela arrab- biare di più, altrimenti si esibisce lì per lì in un affondo su per gli scalini della Camera e dove tocca, tocca.