sabato 3 gennaio 2015

L'Ansa, Renzi, Courma ed i selfie... #slurp!


Mi vedo costretto a girarvi questa fondamentale agenzia Ansa...
Renzi sugli sci, relax con la famiglia in Valle d'Aosta  (di Benoit Girod)  - Vacanze di Capodanno in pieno relax sulle piste da sci di Courmayeur, in Valle d'Aosta, per il premier Matteo Renzi che tuttavia non rinuncia a tenere un occhio puntato su Roma, dopo il messaggio del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il 2015 di Renzi è iniziato sugli sci: oggi alle 9.30 in punto è uscito dalla foresteria della caserma Perenni, sede del centro addestramento alpino, dove è ospitato da martedì sera. Assieme alla moglie Agnese, ai figli e ad alcuni amici ha raggiunto le piste del comprensorio del Monte Bianco tramite l'ovovia di Dolonne e da lì ha sciato nella zona del Plan Checrouit e della Val Veny, anche su percorsi mediamente impegnativi.

Una sciata interrotta solo da un caffè a metà mattinata e da un pranzo in un rifugio in quota all'una. Nel primo pomeriggio è rientrato in paese, si è allenato per circa un'ora nella palestra degli atleti dell'esercito e, prima di cena, si è concesso una brevissima passeggiata nel centro di Courmayeur ed ha assistito alla messa nella chiesta parrocchiale. Accompagnato dal maestro di sci e istruttore militare Ettore Taufer, responsabile del centro addestramento, il presidente del Consiglio oggi ha sfoggiato una giacca della nazionale azzurra olimpica di Sochi 2014 e un'impeccabile attrezzatura tecnica. Per Renzi, sorvegliato con discrezione da alcuni uomini di scorta, quella sulle nevi di Courmayeur è una parentesi famigliare senza però rinunciare al bagno di folla, tra gli increduli sciatori che non hanno potuto rinunciare al 'Renzi-selfie'. Anche ieri, per il veglione di fine anno, il premier ha scelto l'intimità dei congiunti.

Era atteso al palaghiaccio di Courmayeur da dove è andato in onda la diretta di capodanno di Rai Uno: l'organizzazione gli aveva riservato alcuni posti a sedere, ma alle 23 ha fatto sapere che sarebbe rimasto con i suoi. Prima della cena familiare il premier ha seguito in televisione il messaggio di fine anno del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al quale ha telefonato subito dopo. Poi il commento su twitter: "Nove anni di servizio, autorevolezza, responsabilità. Un Presidente cui oggi possiamo solo dire "grazie Giorgio". Con l'hashtag "mettiamocelatutta". La breve vacanza di Renzi sulle Alpi, che dovrebbe durare ancora qualche giorno, è stata una sorpresa per tutti. Nessuno, o quasi, in Valle d'Aosta ne era stato informato. Quando il premier e i suoi famigliari sono giunti nella notte di martedì nel piccolo aeroporto di Aosta la regione alpina è entrata in fibrillazione
(ANSA) - COURMAYEUR (AOSTA), 31 DIC - Tanti selfie, molto sci e poi pranzo in baita: è trascorsa così la giornata del premier Matteo Renzi sulle nevi di Plan Checrouit, a Courmayeur. Alle 10, con moglie e figli, ha lasciato la Caserma Perenni degli alpini, dove soggiorna in questi giorni di vacanza e si è subito diretto alla funivia di Dolonne. Neanche il tempo per lui di mettere gli sci che già sui pendii innevati ai piedi del Monte Bianco, nei bar e nelle code alle seggiovie, era tutto un "hai visto Renzi?".

Il premier, accompagnato da un maestro di sci e istruttore del Centro Addestramento Alpino, si è tuffato con stile sicuro in una non stop di discese durata più di tre ore, poi, prima del rientro in paese, un pranzo in rifugio a quota 2.000 metri. Giacca azzurra, occhiali a specchio e attrezzatura impeccabile, non hanno impedito agli increduli sciatori di riconoscerlo. Il rituale del selfie non è stato negato a nessuno così come gli auguri di Buon Anno. Anche il giovane 'fan' più intraprendente è stato accontentato: "Teo dammi un cinque!". 
(...)