mercoledì 10 novembre 2010

Peccato siano falsi.



Oramai è una cantilena martellante, la conosciamo a memoria:

"Non esiste nessuna macchina del fango. Semplicemente esistono dei giornalisti che raccontano dei fatti. I fatti sono veri. Bene, allora finiscono in pagina".

A me potrebbe pure andare bene, è solo che spesso in pagina ci finiscono fatti falsi, fatti farsa, fatti fasulli, fatti appositamente falsati per conto dei servizi segreti, fatti bufala, fatti basati sulle bufale di Igor Marini, fatti minacciosi, fatti telefonicamente minacciosi, fatti pseudo-terroristici, fatti infami, fatti infamanti, fatti imbarazzanti, fatti gossippari, fatti ridicoli, fatti da scompisciarsi, fatti calunniosi, fatti fascisti, fatti augias-complottisti, fatti tangento-complottisti, fatti mignotto-complottisti, fatti penalmente rilevanti (colpevole il giornalista), fatti per intrappolare colleghi, fatti per intrappolare testimoni, fatti genuflessi, fatti balneari, fatti giustizio-balneari, fatti barzelletta, fatti autolesionisti, fatti omertosi, fatti mafiosi, fatti omofobi, fatti pacco, fatti ad orologeria, fatti farlocchi, fatti taroccati, fatti smentiti, fatti inventati, e ora mi fermo perché già mi sento male.