giovedì 17 marzo 2011

Giuseppe Mazzini c'aveva pure avvertito.

Giuseppe Mazzini, Dei Doveri dell'Uomo, 1860:
Non dite: io, dite: noi. La Patria s'incarni in ciascuno di voi ... La Patria è una, indivisibile. Come i membri d'una famiglia non hanno gioia della mensa comune se uno d'essi è lontano, rapito all'affetto fraterno, così voi non abbiate gioia e riposo finché una frazione del territorio sul quale si parla la vostra lingua è divelta dalla Nazione ... La Patria è il segno della missione che Dio v'ha dato da compiere nell'Umanità. Le facoltà, le forze di tutti i suoi figli devono associarsi pel compimento di quella missione. Una certa somma di doveri e di diritti comuni spetta ad ogni uomo che risponde al chi sei? degli altri popoli: sono italiano. Quei doveri e quei diritti non possono essere rappresentati che da un solo Potere escito dal vostro voto. La Patria deve avere dunque un solo Governo. I politici che si chiamano federalisti e che vorrebbero far dell'Italia una fratellanza di Stati diversi, smembrano la Patria e non ne intendono l'Unità.
In nome del vostro amore alla Patria, voi combatterete senza tregua l'esistenza d'ogni privilegio, d'ogni ineguaglianza sul suol che v'ha dato vita ... Qualunque privilegio pretende sommessione da voi in Virtù della forza, d'eredità, d'un diritto che non sia diritto comune, è usurpazione, è tirannide; e voi dovete combatterla e spegnerla ... Le leggi fatte da una sola frazione di cittadini non possono, per natura di cose e d'uomini riflettere che il pensiero, le aspirazioni, i desideri di quella frazione: rappresentano non la Patria ... ma una zona della Patria. La legge deve esprimere l'aspirazione generale, promuovere l'utile di tutti, rispondere a un battito del core della Nazione.
Dio v'ha fatto educabili. Voi dunque avete dovere d'educarvi per quanto è in voi, e diritto a che la società alla quale appartenete non v'impedisca nella vostra opera educatrice, v'aiuti in essa e vi supplisca quando i mezzi d'educazione vi manchino. La vostra libertà, i vostri diritti, la vostra emancipazione da condizioni sociali ingiuste, la missione che ciascun di voi deve compiere qui sulla terra, dipendono dal grado di educazione che vi è dato raggiungere. Senza educazione voi non potete scegliere giustamente fra il bene e il male, non potete acquistar coscienza dei vostri diritti; non potete ottenere quella partecipazione nella vita politica senza la quale non riuscirete ad emanciparvi ... L'educazione è il pane delle anime vostre ... Senza Educazione Nazionale non esiste moralmente Nazione. La coscienza nazionale non può uscir che da quella ... Chiedete, esigete l'impianto d'un sistema d'educazione nazionale gratuita, obbligatoria per tutti.