venerdì 14 ottobre 2011

Coincidenze.


Onorevole Aurelio Misiti, 76 anni, prima marxista, poi comunista, nel 2008 entra in Parlamento con Di Pietro, passa all'Mpa di Lombardo, poi al Gruppo Misto, ed eccolo sottosegretario del governo Berlusconi. Ieri il colpo di scena, a 24 ore dal delicatissimo voto di fiducia, un'intervista a Repubblica preoccupa i piani alti: "Il governo è moribondo, Berlusconi passi subito la mano a Gianni Letta". La situazione si fa sempre più incerta - tra Scajolani e Responsabili - ed ogni voto diventa fondamentale. Ma la sera stessa escono due comunicati del deputato. La smentita dell'intervista a Repubblica: "Non l'ho mai rilasciata, erano solo battute, quasi ironiche". E questa agenzia, che parla di un incontro con il Premier: "Misiti: non c’era bisogno che oggi Berlusconi mi convincesse. Sono convinto io per primo delle cose che ha detto".

Oggi Berlusconi è riuscito a strappare la fiducia, e dopo nemmeno due ore Misiti veniva promosso Viceministro alle Infrastrutture.